Un consiglio dall’Esperto: La Nutrizionista

In vista della bella stagione, è grande la voglia di non rimanere in casa, e quindi di approfittarne per fare delle belle passeggiate o percorrere un sentiero, e abbiamo chiesto alla Nutrizionista, Dottoressa Lorenza Allegretti di Studio Vitality di Novafeltria, alcuni consigli su come affrontare al meglio un percorso di trekking, una lunga escursione in mountain bike o una passeggiata impegnativa.

Gli obiettivi di una corretta alimentazione per dell’attività motoria sono quattro:

Avere sufficiente energia durante l’esercizio fisico, ed evitare cali glicemici.

Evitare di affrontare l’attività a stomaco pieno.

Avere un’adeguata idratazione.

Reintegrare le perdite di nutrienti e acqua, soprattutto se l’attività è stata di lunga durata o si è svolta in condizioni ambientali particolari.

I carboidrati complessi, quindi a più basso indice glicemico, sono gli alimenti da assumere prima di un’attività fisica impegnativa, perchè rilasciano energia per più tempo, al contrario degli zuccheri che ci porterebbero ad esaurire le energie in breve tempo. Quindi il consiglio della Nutrizionista, è quello di assumere, un paio di ore prima, Pane, Fette Biscottate, Fiocchi di Cereali integrali oppure Pasta Integrale associata a piccole quantità di Frutta Secca, oppure ad uno Yogurt, o qualche scaglia di Parmigiano.

Per non dover affrontare un cammino impegnativo a stomaco pieno, il consiglio è quello di consumare un pasto a base di cereali, non associati a grassi animali, ma eventualmente a grassi vegetali, che richiedono un impegno digestivo minore, e uno svuotamento gastrico piuttosto veloce. Se per necessità, comunque, si dovesse fare uno spuntino, è bene prediligere una Barretta, dei Craker, Frutta Secca o Disidratata, che si può assumere anche durante l’attività fisica.

Avere una buona idratazione è essenziale, per non dover avere poi, mal di testa, bocca secca o vertiggini. Bere un paio di bicchieri prima dell’attività fisica, e un bicchiere ogni mezz’ora, è una buona abitudine per affrontare al meglio uno sforzo. Meglio sarebbe anticipare la sete, perchè è sintomo di disagio del nostro organismo, quindi sorgeggiare dell’acqua di tanto in tanto, è una buona pratica. Se l’impegno è di breve durata, la semplice acqua è sufficIente, se invece l’attività fisica è prolungata, oppure si svolge in condizioni ambientali con alte temperature o a basse temperature, è bene ricorrere all’uso di sali minerali e zuccheri, oppure di carboidrati di facile digestione.

Terminata la nostra attività fisica, se è stata soprattutto molto impegnativa, per reintegrare energia e carboidrati, nell’arco di un’ora, massimo due, si possomo assumere Pane e Marmellata, Miele, Frutta, sia fresca che secca che disidratata, una fetta di Ciambella o Crostata, quindi zuccheri a rapido assorbimento, per ripristinare le nostre riserve energetiche. Una cosa però non dobbiamo mai dimenticare, ovvero una dieta bilanciata, che è il punto di partenza di qualsiasi attività noi facciamo. L’utilizzo di integratori, suggerisce la Dottoressa Allegretti, è da valutare solo in determinate occasioni, quindi và evitato l’errore comune, di basare la dieta esclusivamente su di essi.

Dottoressa Lorenza Allegretti

Studio Vitality

Via M. D’Azeglio 13

Novafeltria – RN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...