La colazione tradizionale della mattina di Pasqua.

Quando inizia un giorno di festa, nelle nostre case di montagna, riscopriamo antichi gesti, antichi sapori. Il risveglio del mattino di Pasqua è avvolto dal profumo della Pagnotta Dolce, che viene accompagnata da uova benedette e dai primi salumi di stagione, generalmente un buon salame. Nelle case dei nostri nonni, la festa era doppia, primo perché per colazione non c’era il solito caffelatte con pane abbrustolito o secco, secondo perché si partecipava ad un vero e proprio rito.

Quando tutti erano svegli e pronti per la colazione, per prima cosa, si distribuiva ad ognuno il proprio uovo, che tradizione vuole venisse benedetto durante la benedizione pasquale le settimane precedenti, che veniva poi lessato la mattina di Pasqua, e l’acqua di cottura, una volta raffreddata, veniva usata per lavarsi gli occhi, e non veniva gettata via. Dopo l’uovo, era la volta della Pagnotta Dolce, una fetta sottile, perché le famiglie spesso ne avevano solo una, che veniva cotta nel forno di comunità, e le famiglie erano numerose, e la Pagnotta doveva durare per più giorni. Infine si affettava il salame, profumato di pepe e di aromi, ogniuno un paio di fette, non di più, perché anche questo doveva durare possibilmente più settimane.

Tutti insieme, grandi e piccoli, uomini e donne, attorno alla tavola, per un rito che sapeva di Famiglia, di condivisione, di rispetto. Un altro gesto della tradizione, era quello di non gettare nell’immondizia i gusci delle uova, ma di gettarli nel fuoco della stufa, o nel camino acceso, perché essendo benedetti, avrebbero benedetto il fuoco del casolare, quindi la casa e la famiglia. In molte case oggi invece, si corre a scartare la Colomba, a vedere quale sia la “sorpresa” più bella, nelle varie uova di cioccolato, e non si assaporano più gli antichi gesti, perché ormai siamo abituati a colazioni abbondanti tutti i giorni, consumate spesso distrattamente, digitando su un cellulare o su un tablet, ognuno per sé, e le tradizioni sono solo quelle lette svogliatamente sui libri di scuola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...